|
|
|
|
|
|
|
|
Info turistiche
img
Narnia
Il ciclo di racconti per ragazzi Le Cronache di Narnia di Clive Staples Lewis, scritto fra il 1950 e il 1956, è ambientato in un luogo che presenta notevoli somiglianze con la città di Narni, antica roccaforte dell'impero romano a sud dell'Umbria.

Durante le sue ricerche sulla storia romana ad Oxford, Lewis si ispirò a diverse descrizioni dell'antica Narnia e mostro al suo biografo Walter Hooper, l'antico atlante su cui aveva sottolineato il nome della città umbra.

Sebbene lo scrittore inglese non avesse mai visitato Narni, i suoi abitanti amano evidenziare le somilianze tra la Narnia storica e la Narnia mitica del romanzo.

Il simbolo della città è il grifone e nel libro come pure nel film che ne è stato tratto nel 2005, questo animale mitologico è presente. Nella quarta navata della Cattedrale di San Giovenale sono custoditi i resti della beata Lucia, che ricorda la Lucy Pevensie del libro. Al palazzo comunale, nella piazza principale, cercate la statua di pietra del leone, l'Aslan di Narni. E se scendete lungo la via Flaminia verso il ponte di Augusto fermatevi a metà strada per osservare un altare di pietra preromano, simile a quello su cui fu sacrificato Aslan. Narni è a pochi chilometri dalla nostra struttura